FertilityDay - LE NEWS DI LIGURIA POSSIBILE - Liguria Possibile

- Felice Cascione di Imperia - Savona Possibile Art.3 - Valli delle Rose/Terra Vivente - Possibile 5.0 - La Rosa Bianca - Scuola Possibile - Full Monty - Golfo Paradiso - Tigullio Possibile - Rapallo Possibile - Lerici Possibile - La Spezia Possibile Art.3 -
SEGUICI SUI SOCIAL
Vai ai contenuti

Menu principale:

NON E' UN PAESE PER PICCOLI

Liguria Possibile
Pubblicato da in FertilityDay ·
Non è un paese per piccoli. Ecco perché i piccoli non nascono. È di questo che si dovrebbe occupare un governo, non di #FertilityDay. Ed è di questo che parlando i nostri parlamentari Beatrice Brignone, Giuseppe Civati, Andrea Maestri e Luca Pastorino.

- E’ inutile che facciamo asili, se poi la gente non fa figli e restano vuoti." Lo ha dichiarato la ministra Lorenzin.... ma dove vive?! Noi di Possibile sappiamo che il problema invece è che in Italia di asili nido ce ne sono pochissimi, la metà che nel resto d’Europa. Chiediamo perciò che il Governo si impegni a colmare questo gap, non ce lo chiede solo l’Europa, ma tutti i genitori italiani.
Questa sì, che sarebbe una misura a favore di chi vuole fare figli, altro che il #FertilityDay! - ha dichiarato Luca Pastorino.


- Perché un quotidiano ha l’Iva al 4% mentre un pannolino ce l’ha al 22?
Noi di Possibile non ci stiamo, per questo proponiamo di abbassare l’IVA su pannolini, latte in polvere, biberon, seggiolini, e altri prodotti per l’infanzia.
Nel giorno del disastroso #FertilityDay, Possibile propone misure concrete che aiuterebbero chi vuole avere figli senza giudicare o indagare le abitudini e gli stili di vita di chi non ne vuole o preferisce aspettare. - sono le parole di Andrea Maestri

- Una parlamentare donna guadagna meno di un uomo? No.
E allora perché questo non dovrebbe valere per qualsiasi altro lavoro?
Nel giorno del disastroso #FertilityDay, Possibile propone misure concrete che aiuterebbero chi vuole avere figli senza giudicare o indagare le abitudini e gli stili di vita di chi non ne vuole o preferisce aspettare. - Beatrice Brignone ci parla di "parità salariale"

- Prepariamo tempi migliori: un Paese che sia davvero per le piccole e i piccoli.
Ad ogni donna che lavora servirebbe una moglie. E una giusta retribuzione.
Per tutte e tutti ci vorrebbero asili nido, un welfare che sappia aiutare chi è in un momento di difficoltà, ci vorrebbe un miglior accesso alla fecondazione assistita, adozioni più semplici anche per single e coppie gay.
Nel giorno del disastroso #FertilityDay, noi di Possibile vogliamo parlarvi di alcune proposte che aiuterebbero davvero chi vuole avere figli, senza giudicare e senza entrare nelle abitudini di chi non ne vuole o preferisce aspettare. Senza dividere tra buoni e cattivi.
Per informarti sull'argomento visita il nostro sito www.possibile.com
Per farci avere le tue proposte scrivi a campagne@possibile.com - Le dichiarazione di Giuseppe Civati

- Il tema della natalità è serio, e merita di essere affrontato nella maniera giusta. Se le italiane e gli italiani hanno meno di figli di quanti vorrebbero, non è per colpa delle donne che studiano o lavorano, come suggerisce la ministra Lorenzin. - Le parole di Antonio Matarrelli

ECCO I VIDEO REALIZZATI:








Torna ai contenuti | Torna al menu